Da Luglio 2016 il Canone RAI si paga in Bolletta

L’importo del canone annuo è pari a 90€ e viene addebitato per famiglia anagrafica, indipendentemente dal numero di televisori posseduti, suddividendolo in 10 rate mensili da Gennaio a Ottobre.

Devono pagare il canone tutte le persone che abbiano uno o più apparecchi televisivi, indipendentemente dall’utilizzo, secondo l’art 1 del R.D.L. del 21/02/1938 n. 246. Per saperne di più, puoi consultare la Sentenza costituzionale 12/5/1988 n. 535 – Sentenza Corte di Cassazione 3/8/1993 n.8549.

Si, perché il pagamento del canone non dipende dai programmi che guardi, ma dalla detenzione di un apparecchio televisivo abilitato a ricevere il segnale audio/video attraverso la piattaforma terrestre e/o satellitare (art. 1 del R.D.L. del 21/02/1938 n. 246).

Lo paga in bolletta l’intestatario dell’utenza che ha la residenza nella casa, indipendentemente se è inquilino o proprietario.

No, il canone si paga una volta sola per famiglia anagrafica e comprende tutti gli apparecchi che hai in casa.

No, devi pagare il canone una sola volta nella bolletta elettrica della casa in cui hai la residenza anagrafica. Il Canone Rai viene addebitato sui contratti di uso domestico nel luogo di residenza anagrafica; una sola volta per famiglia anagrafica.

SiEnergy emette le fatture contenenti l’importo del canone TV, relativamente ad utenze elettriche di tipo domestico nell’abitazione di residenza. In caso di mancato addebito, puoi verificare sulla tua fattura il tipo di contratto e controllare se il canone viene addebitato nella bolletta successiva. Qualora fino ad ottobre non dovesse ricevere il canone in bolletta, e quest’ultima fa riferimento a un contratto per uso domestico residente, è opportuno rivolgersi all’Agenzia delle Entrate per informazioni in merito a come effettuare il pagamento.